” Il potere unico dei Bambini “

Una casa con dei bambini probabilmente è una casa con i pavimenti non proprio puliti, tra gocce di succo e latte, briciole di biscotti e altre macchie appiccicose non identificabili.
Probabilmente poi, per arrivare al divano bisognerà fare lo slalom tra le macchinine, i lego, i pupazzi…..ma ricordatevi di non alzare mai gli occhi da terra, se non volete scivolare.

Una casa con dei bambini probabilmente sarà una casa piena di urla: “Metti a posto i giochi”, “Lava le mani…lava anche i denti!”, “E’ tardi!”, “Non litigate!”, “Condividete i giocattoli ” e tanto altro.

Una casa con dei bambini é una casa dove forse o quasi sicuramente ci saranno pianti a dirotto perché i giochi finiscono sempre sotto al divano, perché gli spigoli del tavolo intercettano sempre le testoline, le caramelle sono sempre troppo poche e la tv si spegne sempre troppo presto…..ma ci sarà sempre un motivo per ballare. Piedini che corrono e mani che afferrano tutto, c’è troppo da scoprire per starsene mani in mano.

Una casa con dei bambini é una casa dove i vestiti si accumuleranno nel cesto dei panni sporchi alla velocità della luce e alla fine se si piegano bene non si stirano più.

Le notti nelle case coi bambini sono notti dai mille risvegli….e chi se la ricorda più una notte intera di sonno! Capelli arruffati che si alzano sempre troppo presto, per infilarsi nel lettone.

In una casa con dei bambini forse il tavolo di legno è stato inciso con qualche penna e se guardi sotto la sedia forse ci trovi un po’ di pasta di sale…..forse le pareti sono state pennellate coi colori e riempite di scritte e fogli.

In una casa con dei bambini il titolo di zii viene dato a tutti gli amici coraggiosi che vengono lo stesso, nonostante i bimbi perché sanno di poter trascorrere del tempo piacevole, pieno di risa e spensieratezza.

Una casa con dei bambini sarà una casa immensa perché un divano diventa una nave e la vasca da bagno una piscina per i tuffi…..sarà una casa dove la gioia è “bimbi stasera pizza” e urla felici “papà!papà!papà!” quando si sente la chiave che gira nella toppa.

Una casa con dei bambini sarà una casa di abbracci mentre ci si incrocia in corridoio, di mani che strofinano testoline….sarà una casa di baci, probabilmente infettivi, ma pieni di amore.

Ma, ve lo assicuro, una casa con dei bambini è una casa piena di risate e le lacrime saranno anche di gioia e per il troppo ridere.

Quella dove ci sono dei bambini sarà una casa incasinata, ma anche la più bella che io conosca.

Ecco perché ” Si dovrebbe sempre avere un bambino di 3 anni in casa per apprezzare la vita “…..” Si dovrebbe andare a lezione dai bambini ”

Annunci

“ Buon Ferragosto Mondo “

Che sia un ferragosto straordinario,
colmo di piccole grandi cose,
quelle che fanno bene al cuore,
come un sincero sorriso di un amico,
la carezza di una persona cara e
la dolce compagnia di chi ti vuole bene.
Non servono grandi cose per fare grande un giorno,
BUON FERRAGOSTO !

 

P.S: Un pensiero particolare a chi resterà a casa, a chi è triste e solo anche in questi giorni di vacanze, a chi è malato, a chi purtroppo vorrebbe festeggiare ma non può ….a voi un sorriso e un abbraccio speciale.

 

994552_10200878947828416_1162020132_n

Ah….questi giorni di festa!!!!

Oggi pomeriggio ….con tutta la mia sorpresa…ho appreso  che domenica è già la domenica Delle Palme…e così mi è preso un’angoscia incredibile…l’idea di andare incontro a giorni di festa proprio non mi piace…e da quando mio padre non c’è più vorrei che non arrivassero mai.

Lo so che sbaglio ….perché la vita deve continuare…ma io non ce la faccio…non ce la faccio a vivere sti giorni di festa…penso a mio padre…al vuoto che si avverte ovunque mi giri dentro casa …vorrei …. anche in questo caso…un po’ più di rispetto da parte delle persone anche quelle a me più care … vorrei che loro capissero questa mia esigenza … che non sopporto ricevere gli auguri … vorrei essere lasciata sola anziché  fingere sorrisi falsi, una felicità che non esiste perchè  il dolore che porto dentro è più forte….e possono dirmi quello che vogliono le persone…che mio padre è sempre vicino a me …. che mio padre vorrebbe vedermi felice e trascorrere serenamente questi giorni insieme al resto della mia famiglia…ma per me sono tutte cazzate…perchè alla fine lui non c’è e a fargli gli auguri devo andare al cimitero …e quando lo saluto…il solo  pensiero che il suo corpo è dietro a quel fottuto marmo…chiuso in una bara…mi fa una rabbia che non si può descrivere.

E’ così … è più forte di me … io proprio non ci riesco…vorrei che la gente lo capisse e vorrei solo qualcuno che mi abbracciasse….e che tenendomi stretta a sè mi permettesse di dare libero sfogo alle mie lacrime !!!!

Strane situazioni!!!

Oggi mi sono alzata con un entusiasmo da far paura… era da un po’ che non accadeva … e mi piace così anche se mi rendo conto che tale entusiasmo è dovuto prettamente ad un unico evento … la presenza di una persona …. o meglio al ritorno della sua presenza …. un ritorno che mai avrei pensato accadesse visto come ci eravamo lasciati … ma la vita è strana … e soprattutto non avrei mai pensato di trovarlo cambiato …magari sempre distante…ognuno per la propria strada….ma sicuramente l’ho  trovato più affettuoso …forse perché ci troviamo a vivere lo stesso dolore… quella della perdita di un genitore … e certi dolori … si sa… ti modificano, lasciano segni indelebili.

E mi rendo anche conto che ogni volta … quando capita … quelle poche volte che capita … sento di nuovo il mio cuore aumentare i suoi battiti … sento prendere forma dentro di me un emozione … e con loro sento ritornare la speranza, i sogni, la voglia di vivere,e soprattutto il mio sorriso. Posso far finta quanto voglio che non sia così … posso continuare a ripetermi all’infinito che si tratti del ritorno di un amico come tanti … che un suo pensiero,il suo sentirlo così affettuoso .. è si piacevole…ma poi finisce tutto lì…ma poi non posso ammettere che tutto ciò è solo un illusione … un modo per non ammettere a me stessa che lui …dopo tutto… occupa ancora un posto in fondo al mio cuore… o meglio non ne è mai uscito ma è solo stato messo per un po’ da parte perché il dolore per la perdita di mio padre mi ha fatto resettare tutto.

Dovrei essere contenta per tutto questo … e in effetti un po’ lo sono…ma al tempo stesso mi sento anche una grandissima bastarda … perché la vita nonostante tutto continua … ti porta a fare nuove amicizie…. ed è proprio ciò che mi è successo… conoscere una persona che anche se indirettamente ha dato sollievo al mio dolore… mi ha aiutato a distrarmi, a spostare il mio pensiero anche oltre e di ciò  gliene sarò sempre grata . E’ nata così una nuova amicizia … e di ciò ne avevo proprio bisogno!

Purtroppo poi … giorno dopo giorno… messaggio dopo messaggio …. telefonata dopo telefonata …capita di affezionarti …anche se senti che c’è qualcosa che non va …qualcosa che non va in te…perché senti che è solo una questione mentale in quanto percepisci che il tuo cuore ne rimane fuori ….nonostante avverti la sua mancanza quando non lo senti e avverti piacere quando ricevi un suo pensiero che provoca in te un’emozione ….ma un emozione a metà ….vissuta solo con la mente . Allora inizi ad interrogarti….inizi a pensare se tutto ciò sia giusto o no,se sia solo un modo per soddisfare quel fottuto bisogno di riempire le tue mancanze e pensi che se fosse veramente così allora ti staresti comportando come una grande bastarda. E non è da me …. non lo farei mai … poi soprattutto a lui … che tutto merita tranne una cosa del genere….una persona dolcissima nonostante ciò che non condivido di lui è il suo essere misterioso…ma la trovo decisamente una gran bella persona.

Dispiace molto che ci siamo conosciuti in questo periodo difficile per entrambi … perché entrambi abbiamo tanti cachi per la testa e una vita che va e non va … entrambi sentiamo la mancanza di tante cose,anche le più semplici come una carezza,un abbraccio (almeno per me è così) … entrambi sentiamo il bisogno di trovare quella serenità perduta … ma sono anche convinta che  spesso è proprio nell’insieme di questi bisogni che le ANIME si incontrano per compensarsi a vicenda.

Questo però è un mio grande dubbio …. perché ultimamente sento che lui si sta allontanando…sento che qualcosa non va …. e non riesco a capire se questo suo allontanamento sia dovuto al fatto che lui ha paura di affezionarsi troppo oppure sia dovuto al fatto che lui da me si aspettava qualcos’altro o ancora sia dovuto veramente solo al fatto che lui vuole fare prima chiarezza con se stesso senza fare nessuna promessa….sinceramente  non saprei dire…. posso solo dire che non vorrei perderlo come amico…che non vorrei che finisse come finiscono tutte le cose belle che mi capitano nella vita….ma vorrei anche un po’ di chiarezza in tutta questa incertezza….e ancora di più vorrei viverlo.

Probabilmente dovrei fare come lui…. allontanarmi… cercare di capire cosa voglio veramente e se lo voglio veramente e non sia semplicemente un capriccio …. o semplicemente qualcosa da cui trarre quell’ ossigeno di cui ho bisogno per riuscire ancora ad affrontare questa cachio di vita…che va e non va…ma stare lontana da lui…è una cosa che proprio non riesco a fare…perché la sua assenza si fa sentire e ciò mi porta a cercarlo pur sapendo che dovrei lasciarlo solo …. ma soprattutto lo cerco perché mi piacerebbe tanto donargli quella serenità di cui ha bisogno e poi….e poi potrei anche uscire per sempre dalla sua vita…perché la sua felicità è anche la mia!!!

“ Dicembre !" “

E come ogni anno….anche quest’anno non posso non dedicare un post a Dicembre anche se sinceramente faccio fatica a credere che siamo già a Dicembre dal momento che quest’anno è stato un anno statico…un anno in cui ho vissuto per inerzia,come un automa….un anno che ha portato ulteriori cambiamenti alla mia vita…in primis la perdita di mio padre…. alla quale poi si sono susseguite tutta una serie di conseguenze ….l’abbandono agli studi per prendermi una seconda laurea….la rinuncia alle mie abitudini per cercare di stare quanto più possibile vicino a mia madre….l’adattamento a questa nuova situazione non per niente brillante.

Dicembre è un mese particolare …e quest’anno lo è ancora di più perché ha un sapore amaro visto che per la prima volta nella mia vita mi ritrovo a vivere queste feste di Natale senza il mio papà….che proprio l’anno scorso di questo periodo ha subito un’operazione al cuore che l’ha portato a vivere il periodo più brutto  della sua esistenza….e nonostante la sua grande forza di volontà non ce l’ha fatta.Certo la sua mancanza si sente anche se sono del parere che una persona ti manca indipendentemente dal fatto che arrivi Natale….la mancanza è qualcosa di permanente !

Dunque un mese per niente bello….un mese in cui ogni giorno…inevitabilmente….fai il confronto con l’anno scorso…con ciò che hai vissuto…il dolore,la sofferenza e la rabbia che comunque ti porti dentro e che stona con tutta quest’atmosfera natalizia che vedi dovunque…..appena esci….per strada….in televisione…su internet….e questo fa male…fa troppo male….per non parlare poi di tutte quelle persone che nonostante sanno,ti chiedono anche cosa fai a Natale….oppure fare cattivo viso a buon gioco a chi…non sapendo….ti fa gli auguri e decidi di rispondere ricambiando con un sorriso  perché non hai voglia di dare spiegazione ad ogni persona….non ce la fai,il dolore è ancora vivo .

Mi piacerebbe tanto spegnere tutto….chiudere la finestra per non far entrare neanche uno spiraglio di luce e starmene chiusa nella mia stanza senza vedere e sentire nessuno….ed uscire solo quando questo periodo sarà finito!!!

Auguro comunque a chi legge questo post….di trascorrere queste feste che sono in arrivo con serenità e soprattutto con i proprio cari affinché un giorno non ve ne possiate pentire….ci sentiremo l’anno prossimo dove, Maya permettendo, cercherò di riprendere a scrivere come era mio solito fare.

Lascio un auguro particolare a due grandi amici : Lory e Sergio….grazie di vero cuore per la vostra vicinanza e per le belle parole che riempiono il mio cuore di gioia e migliorano il mio stato d’animo…..Un abbraccio sincero!