” Ma come è strana la legge…”

Stasera sono assalita da un grande senso di malinconia misto a tristezza perché sono stanca di dover vedere le persone a cui ti affezioni e a cui vuoi un mondo di bene uscire dalla tua vita….o almeno non farne parte più come una volta.

Mi chiedo perché la vita ti deve fare sempre questi brutti scherzi….perché almeno per una volta non posso godermi i miei nipotini come vorrei e come ho imparato a farlo,ogni singolo giorno,in ogni momento della giornata,per sempre.

Ho creduto fortemente che almeno questa volta,almeno con questa ennesima separazione dopo quella del mio primo fratello ….i bambini non li avrei perso per sempre ma sarebbero rimasti.

Eh no, mi sono sbagliata proprio alla grande….perché parlando con un avvocato della situazione di mio fratello….parlando del fatto che la moglie lo vuole lasciare perché ha perso la testa per un altro….ho scoperto che, nonostante ciò, i bambini,in caso di separazione,verranno affidati alla madre perché ancora piccoli. 

Vaffanculo che lei si è messa con un tizio che non gode di buona fama,vaffanculo che lei si è messa con un tizio di cui tutti e sottolineo tutti, dicono che è uno scemo,che non ha voglia di lavorare,che vive con la pensione del padre il quale vive con una ucraina, che sto tizio beve,ama giocare ed è rozzo,un tamarro, che ha fatto morire la madre dal dispiacere e che anche se ha i soldi ha una casa sporca…….vaffanculo a tutto questo….la legge sta sempre dalla parte della madre.

Il marito tradisce e chiede la separazione…..i figli vengono affidati alla mamma.

La moglie tradisce e chiede la separazione…..i figli vengono affidati alla mamma.

Mi sembra che qualcosa non torna….o mi sbaglio????….perché il marito,il padre che sia traditore o no la prende sempre in quel posto….per la serie,come si dice dalle mie parti, curnut e mazziatt ….!!!!!

E allora mi chiedo…. e una legge che non tiene conto di tutto questo è veramente una legge che tutela i bimbi?????…..sarò anche di parte,ma ho molto dubbi su tutto questo….. perché è vero che la madre è sempre la madre….ma si può ancora definire madre una persona che, nonostante tutti compreso la sua famiglia ( genitori e sorelle di lei),le hanno fatto notare che si sta mettendo in un bel guaio visto il soggetto poco affidabile, non vuole sentire ragione perché, secondo lei, lui è un angelo e la vita è sua????……si può ancora definire madre una persona che pensa solo a rincorrere la sua felicità comportandosi come una adolescente al primo amore e che non si ferma per un momento a riflettere che ha delle responsabilità verso i bambini??????…..si può ancora definire madre una persona che anche se non ancora separata la sera esce con il suo amante (perché al momento questo è) e torna alle 24 mentre il sabato dopo aver portato i bimbi al marito verso le 8 di sera se ne esce,dorme fuori e i bimbi li rivede,se sono ancora svegli,la domenica quando torna sul tardi?????…..no,io non credo che si possa definire una madre responsabile una donna che si comporta così……eppure la legge, se ne fotte di tutto ciò, e affida i bimbi a lei…..!!!!!!

Vaffanculo a sta legge de merda…..vaffanculo a questi adulti che per quattro soldi so capaci di mandare tutto al diavolo,di perdere ogni vergogna e pudore….vaffanculo a questi adulti che nonostante abbiamo delle responsabilità si comportano come se fossero adulti liberi….. vaffanculo con tutto il  cuore!!!!!!!?

Annunci

” Una donna forte…”

A una donna forte non viene chiesto mai se è stanca, quanta storia c’é dietro a quei sorrisi, se stia soffrendo o crollando, se abbia qualche ansia o paura. 

A una donna forte non viene perdonato nulla. Se magari perde il controllo, si trasforma in debole, se perde le staffe si trasforma in isterica. 

​Quando ti vedono una donna forte, pensano che tu non abbia bisogno di niente e di nessuno, che tu puoi sopportare tutto, che qualunque cosa accada, la supererai, che non ti interessi essere ascoltata, che non hai bisogno di essere accudita o coccolata. 

Quando ti vedono una donna forte, ti cercano solo per farsi aiutare a portar le loro croci, o perchè tu possa ascoltare le loro lamentele, ti parlano pensando che tu non abbia bisogno di essere ascoltata, ti trattano come fossi un uomo cazzuto ma non sanno che anche quelli, prima o poi,crollano.

L’importante e’ che lei sia sempre là: “un faro nella nebbia o una roccia in mezzo al mare”.

Quando la donna forte manca anche per un attimo se ne accorgono subito, quando invece c’e’ sempre la sua presenza viene data per scontata.

Quanta forza che ci vuole ogni giorno ad essere una donna forte. 

Ma di questo non frega niente a nessuno.