….perché quando ce vo,ce vo!!!!

Ho già affrontato quest’argomento in altri post quindi credo sia chiaro come la penso riguardo alla chiesa e la fede ma torno a parlarne perché oggi mi sono tolta una soddisfazione che aspettavo ormai da tanto tempo.
Era febbraio 2013 quando, in occasione della Messa per il trigesimo di mio padre, ebbi una prima disputa con il nuovo prete del mio paese perché se c’è una cosa che non sopporto é quando parli con una persona e non ti guarda in faccia e continua a fare il suo lavoro trattandoti con indifferenza.
Quella sera non dissi niente perché non ero dell’umore adatto ma quando lasciai la chiesa mi proposi che prima o poi mi sarei ripresa la mia rivincita ….e oggi é stato così.
Stavo seduta sull’altalena quando sento qualcuno che mi chiama …. mi alzo e vedo il prete che era venuto a benedire la casa.
Dopo aver finito la sua funzione e prima di salutare ….. ecco la sua classica domanda: Allora quando ci vogliamo avvicinare alla chiesa?….e lì non ho retto e ho risposto perché odio quando mi dicono ció che devo fare o non fare.
“Mi scusi,non voglio essere scortese, ma il fatto che lei non mi veda in chiesa non significhi che io non la frequenti perché se non erro ho la libertà di andare in chiesa dove voglio e se ne ho voglia ”
Che soddisfazione maro vederlo zittito …lo so che non é bello dirlo ma i preti e tutto il sistema non li tollero proprio….. perché,nonostante le mie pochissime conoscenze
mi sembra che Gesù predicava scalzo e tra i poveri,
mi sembra che Gesù non chiedeva ai suoi discepoli soldi perché non riusciva a pagare la luce o per qualcos’altro
mi sembra che Gesù non si sarebbe mai rifiutato di celebrare un sacramento perché stava in ferie o per celebrarlo chiedeva soldi
mi sembra che Gesù non si andava a fare la settimana bianca
mi sembra che Gesù predicava si il non attaccamento alle cose materiale ma poi era coerente …..non come tutti quelli che vivono nel lusso di Castel Gandolfo mentre potrebbero sfamare l’intera Africa
mi sembra che Gesù predicava di aiutare i bisognosi ma poi non se ne andava in giro sfoggiando il lusso
E qui mi fermo inutile continuare ….
Ed io,quindi,dovrei farmi fare la predica dal prete e accettare il suo rimprovero come se niente fossse???
Eh no…..mi dispiace caro prete….ma io il mio Dio lo prego da solo e la predica non me la faccia fare,almeno non da uno che ritengo non migliore di me.
Quando prenderanno tutti esempio dal Papa Francesco, allora forse incominceró a guardare con occhi diverso anche gli altri.
Mi dispiace prete…ma per il momento siamo uno pari!!!!!

Annunci

Ma i genitori chi li tutela??????

Ora voglio affrontare un argomento molto impegnativo ma saró breve perché sono sicura di non aver una totale conoscenza e per questo potrei fare delle gaffe ma accetto ben volentieri la contestazione .
Voglio parlare di SUCCESSIONE …..si….perché con la perdita di mio padre mi sono dovuta imbattere in essa …. Inutile dire che non condivido l’iter burocratico che c’è dietro e quante scartoffie si devono fare e pagare .
La cosa che mi fa rabbia ….. anzi mi fa ribollire il sangue….é il fatto che non puoi disporre dei beni dei tuoi genitori come vorresti ma devi attenersi alla legge ….. già perché la legge prevede che tutto vada distribuito in uguale misura ad ogni figlio del defunto ….ed é qui che inizia la mia furia.
Si ….. perché tu…..Legge….tuteli i figli del defunto per impedire che solo uno o parte di loro godano dei suoi beni …..ma te che ne sai di come si sono comportati con il padre o con la madre o con entrambi quando erano in vita?????…..
Tu, Legge….che ne sai dei dibattiti,delle collere,della vergogna etc etc….che un genitore o entrambi hanno dovuto vivere e provare a causa di un loro figlio o più ????
Che ne sai, se proprio a causa di quei dispiaceri del figlio,di quelle vergogne che lo stesso figlio gli ha fatto vivere ….un padre muore perché il cuore non ha retto a tutto questo????….
Che ne sai????
E pretendi poi che una parte dei beni di quel padre vengano affidati anche a quel figlio?????
Eh no….cacchio…..alcune volte bisognerebbe tutelare anche sti poveri genitori….che si sono fatti nel mazzo per una vita intera per lasciare qualcosa ai loro figli …. e invece si vedono poi ripagati nel peggiore dei modi…perché certi figli non meritano di godere dei sacrifici del padre quando non é stato capace di farlo col padre in vita!!!!

….Semplicemente un piccolo pensiero!!!!

C’é una cosa che mi spaventa dell’essere umano ed é la sua capacità di dimenticare una persona o le persone dalla sera al mattino …. come se non l’avesse mai conosciuta, come se non avesse mai condiviso con lei momenti e pensieri, come se quella persona non avesse mai incrociato il suo cammino, come se non si fossero mai parlati.
Piú volte mi chiedo come si fa …. cerco di mettermi nei loro panni ma non riesco a trovare una spiegazione soddisfacente ….. ho anche provato a fare anch’io cosi, a fregarmene, eppure non riesco ad essere indifferente,non riesco proprio a dimenticare le persone che ho conosciute nel giro di un paio di giorni …. no…non ci riesco ….  perché belli o brutti che possano essere i ricordi …. essi rimangono sempre vivi in me come parte della mia vita.
Posso dimenticare,cancellare una situazione, una cosa ma una persona ….no…lei,per quanto mi possa offrire solo la sua assenza,resterà sempre presente in me .
Lo so, é un mio grande difetto questo perché fa male,fa soffrire rendersi conto che tutto ad un tratto la stessa persona con la quale scambiavi  idee, pensieri…con la quale condividevi momenti di vita ….ti consideri un’ estranea .
Sarà superficialità???…sarà strafottenza?????…. o come dice il grande Vasco sarà che siamo….OGNUNO PERSI DENTRO I CAZZI SUOI?????… Mah..rimane il fatto che ció mi spaventa e al tempo stesso mi fa schifo !!!!

“ Una sconfitta per la nostra società “

In questi giorni, navigando sul web e leggendo i vari post sulla partita di sabato Roma – Napoli, noto che si parla spesso del triste evento che ha avuto come conseguenza la morte del giovane napoletano Ciro Esposito.

Non vorrei passare per cinica, rispetto il dolore di tutti perché l’ho vissuto sulla mia pelle e quindi so cosa vuol dire provare dolore per la perdita di una persona però vorrei esprimere la mia opinione riguardo a ciò perchè non condivido assolutamente il fatto che ogni volta che si incontrano Roma e Napoli si ritorni sempre a quell’episodio.

Attenzione, con ciò non sto dicendo che non si deve ricordare la memoria di Ciro Esposito … anzi … però manco dobbiamo essere ipocriti perché come Ciro Esposito, tanti altri hanno perso la vita mentre andavano a vedere una partita di calcio …. e allora si dovrebbe fare la stessa cosa per tutti e ogni volta che si disputa la gara in cui è avvenuta la tragedia.

Ciò che voglio dire invece è che, anziché sentire sempre le stesse parole, le stesse promesse, di cui ormai siamo saturi o almeno io lo sono …. bisognerebbe passare dalle parole ai fatti, cosa che invece in Italia non si ha mai l’abitudine di fare …. e allora si preferisce impedire ai tifosi di vedere la loro squadra del cuore, si preferisce chiudere le curve,gli stadi …… e a che serve?????????….a niente … solo a dare valore alla frase che si sente sempre dire ogni qualvolta succede una tragedia: E’ UNA SCONFITTA PER LA NOSTRA SOCIETA’ !!!!!

Già una SCONFITTA …. e di questo ci dovremmo vergognare tutti in primis coloro che del sistema calcio ne fanno parte.

Ogni volta che succede una tragedia …. io mi chiedo sempre la stessa cosa: Cacchio,gli inglesi sono riusciti ad eliminare il problema degli hooligan ed ora le persone possono andare allo stadio e godersi la partita senza nessuna barriera …. e allora perché,visto che siamo così bravi a copiare sempre dagli altri, noi non possiamo prendere esempio da loro?????????? ….

E’ così difficile riuscire ad applicare gli stessi interventi adottati dagli inglesi anche nel nostro Paese ????? …. no, non credo … credo che sia semplicemente questione di volontà… questione di NON SI VUOLE …. perché probabilmente dietro ci sono troppi interessi,troppo business in primis le società di calcio …. e giustamente non si può rinunciare a ciò però a dire sempre le stesse parole non ci si stanca mai …. vero?… e anche di questo ci si dovrebbe vergognare !!!!!

” La passione…”

La Passione: è il sentire dell’animo nella sua massima estensione, il sentimento più completo e più complesso, l’energia dirompente che sviluppa in chi la prova qualità sconosciute a lui stesso.

La Passione è qualcosa che si subisce ma per quanto razionalizzata è impossibile sfuggirvi…..

La Passione alberga in tutti noi, sopita, in agguato…detta legge,ci guida….

La Passione è la fonte dei momenti migliori…