…..Una splendida domenica….

Oggi c’è stato il battesimo di mio nipote, il figlio di mio fratello. Una festa molto semplice insieme alla mia famiglia e a quella di mia cognata,dicamo una ventina di persone più o meno contando anche i bambini. Certo in questo bel quadro mancava solo lui, mio padre, che sarebbe stato orgoglioso di suo nipote che si chiama proprio come lui ….. eppure mentre ero in Chiesa, seduta nel banco, mi è sembrato di scorgere la sua figura seduta accanto a noi per ascoltare anche lui la funzione. 

Dopo la Messa ci siamo riuniti tutti a casa mia per pranzare….lasagne, carne al forno con contorno di piselli e patatine fritte,salame con formaggio, una bella fragolata , torta con la crema fatta da mia madre e caffè per chiudere il tutto. E’ stato bello vedere tutta la famiglia riunita e mentre la osservavo pensavo che è proprio vero quando si dice che la famiglia è davvero ciò che conta di più nella vita e per la quale vale la pena vivere e avere una famiglia stupenda come la mia è davvero una gran bella fortuna.

L’unica nota stonata è aver dovuto guardare la partita insieme ad uno juventino e vederlo esultare ad ogni gol subito dalla mia Roma che proprio oggi ha deciso di non giocare bene e farmi torcere gli intestini ahahahahaahah….ma non fa nulla,va. E come dice il mitico Vasco….l’importante è che sia stata una splendida giornataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa 🙂

Annunci

….. Un solo pensiero….

Una volta una mia amica, dopo un mio ennesimo rifiuto di uscire con lei e le sue amiche, forse perchè scocciata, forse perchè delusa da me, forse perchè incazzata, mi attaccò dicendomi che io, anche se mi lamentavo e soffrivo per la mia situazione non certo brillante, non facevo nulla per cambiarla perchè in fondo ci stavo bene con la mia solitudine e che la colpa di tutto questo era solo e soltanto mia.

Restai senza parole, un nodo in gola a tal punto che non replicai, nemmeno una parola …. mi sentii ferita nonostante in quelle parole riconoscevo un pò di verità perchè proprio in quel periodo stavo facendo un pò il bilancio della mia vita, capire come mai mi ero o meglio mi sono ridotta in questo caso …. ma un conto è esserne consapevoli e un altro conto è sentirsi dire da un’altra persona, seppure amica, quello che tu in fondo ripeti sempre a se stessa …. mi sono sentita messa a nuda e ho pianto molto pur sapendo che lei l’aveva fatta solo per spronarmi, per farmi reagire.

La verità però è che lei vorrebbe farmi conoscere le sue amiche, tutte sposate come lei, ma io ci ho provato una volta ad uscire con loro e non è stata un’ottima scelta …. sia perchè mi resi conto che non aveva nulla a che fare con loro, loro che per una serata intera parlavano della loro vita, delle loro cose mentre io non potevo fare altro che ascoltare perchè non avevo nulla da dire ma soprattutto non avevo nulla in comune con loro ….. sia perchè odio le uscite solo donne, soprattutto con quelle donne che fanno di tutto per essere al centro dell’attenzione, che le senti ridere, ridere e ancora ridere senza capire mai il perchè di quelle risate, che si vantano se attirano l’attenzione di qualcuno per poi sottrassi perchè a loro avviso non hanno fatto nulla per attirare l’attenzione degli altri . Lo so, penso troppo, come mi dicono in molto, ma son fatta così, e se devo uscire per non stare bene allora sinceramente preferisco la solitudine di casa mia.

E’ vero che alla mia volontà di cambiare faccio sempre prevalere la paura, la paura di uscire da questa situazione, la paura di cambiare …..ma ancora più vero è il fatto che la mia amica non vuol capire che io non ho bisogno di conoscere questa gente, che rispetto solo perchè sono sue amiche, io ho bisogno di un lavoro, un lavoro certo che mi dia la possibilità di essere indipendente, di non dover fare sempre rinunce, di vivere come piace a me senza dovermi adattarmi a niente e a nessuno.

Ecco ho bisogno di qualcuno che mi aiuti in questo perchè io ci provo a cercare un lavoro, sfruttando anche il mio diploma oltre alla laurea ma a volte non so proprio da dove partire, cosa cercare … probabilmente non sono capace neanche di fare questo, non ho parenti a cui potermi rivolgere per avere un aiuto, non ho conoscenze importanti per chiedere consigli ….. sono sola in questa ricerca che il più delle volte mi sembra una ricerca nel vuoto….. e così riappare di nuovo la paura ….. la paura del futuro, soprattutto ora che anche le lezioni private si sono ridotte e mi vedo già nella merda totale, con una testa pieni di pensieri che non ti lasciano dormire nemmeno la notte  e una vocina che ti ripete in continuazione che sei un totale fallimento in tutti i campi.

Ed ora che non c’è neanche più mio padre ….. la paura del futuro è più forte che mai !!!!!