…un sms

Ore 11:00 quando una mia amica dell’università mi manda un messaggio sul cellulare etra le varie cose che scrive, una ha attirato la mia attenzione….cioè quando lei ha scritto: “SE NEANCHE ACONE TI RIESCE A SMUOVERE VUOL DIRE CHE LA SITUAZIONE E’ GRAVE”…ah….ho pensato:avrà davvero ragione???????

Non so ma quella frase è rimasta impressa nella mia mente perchè è vero che se avessi avuto l’invito della mia amica l’anno scorso  subito sarei corsa all’università a seguire il corso del prof, l’uomo più affascinante che io abbia mai incontrato,semplicemente per vederlo ma questa volta invece sono rimasta insensibile e ho lasciato cadere la cosa.

Forse lei ha davvero ragione perchè in fondo non ho più voglia di fare nulla o almeno non ho più voglia di correre dietro a cose apparentemente inutili, che non servono a nulla….al contrario invece ho bisogno di qualche certezza….poi in questi giorni non so perchè ma ho il sentore che qualche altra batosta è in arrivo….la percepisco nell’aria pur se non la vedo…e questa cosa mi inibisce molto,mi paralizza perchè non so se avrò la forza di poterla sopportare…e vorrei tanto che mi sbagliassi….oh quanto lo vorrei ma poi guardo la realtà e traggo le mie conclusioni.

Non voglio essere pessimista anche perchè peggio di così non può andare…ammetto che la colpa è anche mia che sono riuscita a crearmi il vuoto intorno e commetto l’errore di non chiedere mai aiuto a qualcuno ma cerco di risolvere le cose sempre facendo affidamento su me stessa…preferendo a volte anche soffrire in silenzio,star male  pur di non chiedere,di non fare domande perchè credi di sapere già la risposta o perchè hai paura della risposta….ma sono fatta così non posso farci nulla e quando poi noto un certo menefreghismo da parte di altri allora è ancora peggio.

Vabbè come sempre mi sono dilungata troppo….ma ci tenevo a raccontare questa cosa per liberare un pò la mia mente dai tanti pensieri che la riempiono!!!!!!!

Annunci

A…come AMICIZIA…come AMICO!

Si fa un gran parlare dell’AMICIZIA considerandola,dopo l’amore e per alcuni anche prima,come una delle cose più belle che la vita ci possa regalare e nello stesso tempo siamo portati a confondere la parola AMICO con quella di CONOSCENTI nonostante siano due termini completamenti opposti…due termini che a mio avviso non hanno niente in comune….eppure ricorriamo frequentemente in questo errore.

Molto spesso mi chiedo se alla fine effettivamente siamo a conoscenza del pregnante significato della parola AMICO ma con la tristezza nel cuore devo ammettere che secondo me molti,e tra questi includo anche me,ignorano del tutto cosa realmente significhi la parola AMICIZIA e AMICO.

Tralasciando il fatto che nel corso della nostra esistenza possiamo fare diversi tipi di amicizia,alcune false altre sincere,alcune che durano per pochi periodi altre che sono eterne,alcune per doppi fini altre invece vere,pure,alcune virtuale altre invece reale ecc..ecc..per me l’AMICO è…

colui con il quale puoi parlare liberamente,mostrandoti nuda,senza veli e senza maschera…colui che ti fa sentire bene e di cui ti puoi fidare ciecamente senza mai mettere in dubbio le sue parole,senza mai dubitare della sua fiducia e della sua sincerità….colui che sai che è sempre pronto ad ascoltarti quando ne hai più bisogno….colui che aiuteresti sacrificando anche la tua felicità perchè la sua felicità è anche la tua….colui che se vive un periodo difficile cerchi di essere sempre presenti,riempendolo di messaggi per un consiglio,per suscitargli un sorriso,per dirgli semplicemente che è sempre nei tuoi pensieri….colui al quale puoi telefonare per andarti a prendere un caffè o bere qualcosa seduti vicino ad un tavolino del bar e parlare di tutto,ridere e scherzare….

L’AMICO è…

colui che ti capisce al volo anche con un semplice sguardo….colui che non ti lascia o si tira indietro proprio nel momento in cui hai più bisogno della sua presenza….colui che cerca di essere quanto più possibile presente senza scomparire per giorni o addirittura per settimana senza mai avere un pensiero per te….colui che cerca di venirti incontro senza aspettare che sia sempre tu a fare il primo passo…colui che ti dice le cose in faccia così come sono correndo il rischio di ferirti,di farti stare male ma lo fa perché ti vuole veramente bene….colui che non si vergogna di mostrarsi per quello che è.

L’AMICO è…

colui che per quanto possa essere impegnato trova sempre un secondo per avere un pensiero per te,per chiederti come stai….colui che ti aiuta a sollevarti dall’ansia,dalla paura,dai problemi…..colui che condivide con te tutto,le gioie e i dolori che la vita ci riserve….colui che ti mette a suo agio per trasmetterti serenità e fiducia….colui che ti sorprende…colui che si mette anche nei tuoi panni per cercare di comprendere cosa stai provando.

L’AMICO è colui che non ti chiama AMICO al contrario si preoccupa di  fare  l’AMICO!!!!!

………………………..

Dopo pranzo.

Ero seduta vicino al camino a godermi il calore che emanava sorseggiando il caffè quando ad un certo punto mia madre mi chiede quanti esami mi mancano ancora per il raggiungimento della laurea e una volta saputo la risposta ribatte dicendo che è ora di muovere altrimenti,data la mia età, va a finire che quando mi laureo è tutto perso.

Oddio non ha tutti i torti…tuttavia quel suo discorso, anche se lei non immagina neanche, mi ha fatto un male tremendo ma ancor peggio mi ha fatto sentire ancora più merda di quanto non mi senta io stesso ogni volta che penso alla mia vita….come se io godessi a stare in questa situazione, a trovarmi alla mia età ancora a studiare nonostante abbia già una laurea e nonostante sappia che alla fine neanche questa laurea in “educatrice di asilo nido” servirà ad un cazzo……come se io non sapessi che sto sprecando solo tempo eppure lotto con me stessa ogni giorno,ogni volta che apro i libri contro la voglia di abbandonare tutto,contro i pensieri che percorrono la mia mente e contro quella vocina che sempre zitta zitta mi dice: Ma lascia stare….tieni una certa età….cosa pensi di ottenere con sto studio…….e lotto  tremendamente perché al tempo stesso è proprio lo studio che mi permette di non abbandonarmi ai miei tristi pensieri,a sfuggire dalla mia dura realtà e a non pensare a niente.

Desidererei tanto mandar tutto all’aria….abbandonare lo studio ma poi quale alternativa avrei???????????……mi priverei solo dell’unica cosa che attualmente mi permette di andare avanti,dell’unica cosa che considero come un obiettivo,una spinta,una motivazione pur non essendo ciò che vorrei….ma se solo avessi un’opportunità,se solo ricevessi una proposta giusta,affidabile…allora si,non ci penserei su due volte e lascerei andare tutto al diavolo per vivermi questo cambiamento.

Lunedì, 21 Novembre 2011

Potrei dire che oggi è stata una giornata storica perchè dopo un anno e 2 mesi finalmente è successo ciò che ho tanto sperato con tutta me stessa e cioè ho avuto l’onore di parlare di nuovo con lui…..potrei dire di essere felice ma non posso farlo in quanto non è così che mi sento nonostante tutto.

E’ vero ho parlato con lui in chat….e questo mi ha fatto molto piacere….forse mi sbaglierò ma  l’ho sentito freddo molto freddo e ho avuto la sensazione di essere trattata da lui quasi come una estranea,una sconosciuta….ed è stata una brutta sensazione sentirsi così dopo l’amicizia virtuale che si era instaurata tra di noi…..difficile da spiegare ma forse è anche normale proprio perchè non ci sentivamo da tempo e probabilmente per lui molte cose sono cambiate,non sono più le stesse compresa la nostra amicizia virtuale mentre per me continua ad essere un amico.

Pensando a me….

In questo periodo mi capita spesso di pensare a me stessa perché…tranne in quei momenti in cui soffro di cervicale e quindi sono di pessimo umore a tal punto che tutto ciò che cerco con fatica di rinchiudere nel mio inconscio si manifesta allo stato cosciente e di conseguenza esce fuori tutta la mia sofferenza…..per il resto noto un leggero cambiamento in me.

Non so quanto tutto ciò dipenda dal matrimonio della mia ultima sorella lo scorso Settembre o anche dagli eventi di questi ultimi mesi….ma sta di fatto che è da allora che avverto un certo cambiamento in me,nel mio modo di pensare,agire e reagire…..un cambiamento di cui non riesco a dire o capire se sia positivo o no….tuttavia sento che a tutta quella sofferenza (oddio non del tutto scomparsa), a tutta quella rabbia che cela dentro me….è come se fosse sopraggiunta una sorta di indifferenza o ancora meglio una stato di accettazione che mi porta sia a non essere più in grado arrabbiarmi per un gesto,una parola, un pensiero che mi faccia star male o che potrebbe far star male qualcuno….addirittura di fronte a ciò l’unica cosa che riesco a pensare è: PAZIENZA…..sia a non cercare più di capire il perché delle cose,il perché di certi atteggiamenti,il perché delle cose che accadono e che sono accadute.

Sarà rassegnazione…chissà….ma mi sento come chi dopo aver combattuto una guerra per una giusta causa,per qualcosa in un cui crede fortemente non gli resta altro da fare che deporre le armi e consegnarsi al nemico….ed io,anche se può sembrare un’affermazione forte, mi consegno al mio destino…. anche perché quel poco di forza che ancora mi rimane non la posso sprecare nel continuare a lottare,a sperare, a sognare inutilmente ….essa mi serve per aiutarmi a non pensare…per continuare a respirare e non permettere ai problemi di farmi sprofondare ma cercare di vivere dignitosamente nonostante non era così che avevo immaginato il mio futuro…..!!!!

Giovedì 17 Novembre 2011

Ah è da un pò che non scrivo…e ciò è preoccupante perchè di solito quando non scrivo è grave,significa che ormai sono giunta al limite e non ho più voglia di nulla ma oggi è 17,si dice che porta sfortuna,e allora voglio postare qualcosa anche se non saprei cosa  raccontare se non sempre le stesse cose.

Stamane ho due occhi a palle che potrebbero fungere da palline di tennis per fare una bella partita  ma almeno ho spazzato via un pò del mio  nervosismo.

Di solito quando mi sveglio al mattino mi sento piena di energia,felice per avere la possibilità di vivere un nuovo giorno,felice di vedere il sole….con tanta voglia di fare,ottimista tanto da dimenticare anche la mia situazione critica….e dirò di più, anche speranzosa che il nuovo giorno possa portare qualcosa di bello,un piccolo gesto,una piccola gioia o addirittura qualcosa che possa rivoluzionare la vita…

Ma quando mi guardo attorno e soprattutto quando arriva  sera….nulla di tutto ciò rimane……è come se tutto si spegnesse al calare della notte ed è proprio per questo motivo che vorrei che non giungesse mai la sera e fosse sempre giorno.

Sabato 12 Novembre 2011.

Sono sempre più convinta che quando si ha un problema bisogna affrontarlo….e che quando si vuole bene veramente ad una persona,alla quale si crede e si tiene molto, parlare per risolvere i dissapori è l’unica cosa che bisogna fare perchè  ciò aiuta a rafforzare anche il rapporto che si è instaurato con quella persona.

Ed è proprio quello che è successo perchè dopo due mesi e forse anche qualcosa in più che io e la mia migliore amica non ci vedevamo oltre a non avere più un rapporto…..oggi finalmente ci siamo incontrate e così abbiamo parlato magari abbiamo anche,volontariamente o no, tralasciato alcune cose ma almeno su alcuni punti abbiamo avuto la possibilità di chiarirci e questo è bastato a farsi che il nostro rapporto ne sia uscito salvo.

Sono davvero contenta …..avevo decisamente bisogno di un suo abbraccio e soprattutto di parlare,di confidarmi con lei anche perchè la sua mancanza era diventata qualcosa di insopportabile…..in più ho anche capito o ancora meglio ho avuto la conferma che alla fine questa situazione che si era venuta a creare oltre ad essere causata da una e-mail che io ho inviato lei e alla quale abbiamo dato due interpretazione diverse è stata anche causata dal mio comportamento,dalla mia instabilità,dal fatto che non stavo bene con nessuno e in nessuno posto motivo per cui mi sono chiusa a riccio pensando che solo così avrei potuto trovare la mia quiete,la mia stabilità……e invece certe cose,determinate emozioni non si possono reprimere perchè non è reprimendo che il problema si risolve,scompaia ……al contrario è solo un modo per illudersi,per tenere lontano ciò che ti porta a stare male ma che poi basta un istante per riaffiorare come e più forte di prima.

E allora basta far finta….basta negare….basta cercare di trovare scuse anche quando non ce ne sono perchè alla fine si rischia di rovinare qualcosa,anche di bello,puro e vero,che può essere un rapporto,un’amicizia o anche una semplice conoscenza,per un qualcosa,un motivo che nella realtà non esiste neanche.

Certo la mia situazione non è bella perchè non è così che avrei voluto vivere ma non posso chiedere alla vita più di quanto lei stessa mi dona ogni giorno,ogni istante….ma è ora di ammettere a me stessa la verità senza girarci troppo attorno anche perchè  puntualmente  anima e cuore insieme mi dicono che è solo una menzogna la mia visto che non appena  guardo dentro me alla verità non posso fuggire ma lì la leggo in chiaro…..e senza cercare di dare la colpa ad altro o ad altri così come è successo con la mia amica……e senza nessuna vergogna perchè non è mai una vergogna provare un emozione,un sentimento che può essere condiviso o no…..e la verità è che a me manca lui e che mi piacerebbe tanto poterlo risentire nonostante ormai sia passato un anno e magari anzi sicuramente lui,a differenza mia,a quest’ora ha una compagna con la quale condivide momenti belli e che  insieme a lei  fa progetti per il futuro…..ma non posso farci nulla…è così e non me ne vergogno!!!