BUON COMPLEANNO ROMA MIA

21 Aprile 753 a.C. anno della fondazione di ROMA sul colle Palatino.

La CITTÀ ETERNA, quella che all’estero tutti ci invidiano e che da sempre ispira romanzieri, cantanti, poeti. Non importa che ci si vada per un weekend o ci si viva da anni: con i suoi angoli fuori dal tempo e i suoi gioielli d’arte e di cultura ROMA seduce e tiene attaccati a lei.

Quando si considera un’esistenza come quella di Roma, vecchia di oltre duemila anni e più, e si pensa che è pur sempre lo stesso suolo, lo stesso colle, sovente perfino le stesse colonne e mura, e si scorgono nel popolo tracce dell’antico carattere, ci si sente compenetrati dei grandi decreti del destino.

(Goethe)

Roma è la città degli echi, la città delle illusioni, e la città del desiderio.
(Giotto)

Tu non potrai mai vedere nulla più grande di Roma

(Orazio Flacco Quinto)

Annunci
Pubblicato in MY EMOZIONI, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Umanità: dove sei?????

Ci sono cose che condivido o no riesco comunque a tollerarle perché sono dell’opinione che ognuno debba sentirsi libero di dire e/o fare ciò che ritenga più giusto ma sempre nel rispetto dell’altro …..ma quando si tratta dei bambini,beh lì non ammetto nulla perché noi adulti abbiamo il diritto e dovere di regalare loro l’infanzia che meritano perché nessuno e dico nessuno chiede di nascere.

“Negare l’infanzia ad un bambino è un crimine contro l’umanità perché si uccide sia il bambino che è, che l’uomo che sarà ”

#Siria

“Il nostro consumismo sul sangue dei più deboli….vergognatevi”

Pubblicato in MIEI PENSIERI, RIFLESSIONI, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

” Un po’ di me…..”

Sono un disastro lo so
ma sono sincera, vera.
Non mi nascondo
dietro falsi sorrisi
e se ne scorgi uno forzato
è perché sto trattenendo
una lacrima.
Ho commesso errori
sono umana
ma a pagarli sono stata
sempre e solo io.
Sono stata ferita
in modo disumano
da persone in cui
ho creduto ed ho voluto bene.
Non mi pento di nulla
ma se potessi
tornare indietro
chiederei di essere
meno sensibile
per proteggere
questo cuore stanco
che ha rallentato
i suoi battiti e non si fida più di niente e nessuno.

Continua a leggere

Pubblicato in MIEI PENSIERI, POESIA | Contrassegnato , , , , , , ,

” Un attimo di riflessione “

Ultimamente gli IMMIGRATI sono diventati l’argomento quotidiano,te lo ritrovi puntualmente in tv, nelle radio,sui giornali,sui social, nelle conversazioni delle persone…sembra quasi che non esista nessun altro problema in Italia: precariato, povertà, licenziamento, la gente che non sa dove battere la testa perché non arriva a fine mese, l’età pensionabile che sale sempre di più, la sanità che fa sempre più schifo….no questi sono diventati temi che sembrano non interessare più nessuno.

Solo migranti, migranti e migranti…..

Io non voglio prendere posizioni a favore o contro i migranti però credo che ci vorrebbe una bella riflessione dal momento che si sta superando ogni limite . Non ce l’ho con la gente comune perché un po’ la capisco….capisco quest’atteggiamento di diffidenza, capisco questo essere diventati un po’ razzista …. in fondo mi accorgo che anch’io sono arrivata al punto di non tollerare più alcuni tipi di persone….però bisogna fare attenzione a non generalizzare,a non trattare tutti allo stesso modo, a non classificarli tutti come pericoli, a non vederli tutti come arroganti o musulmani facinorosi perché certe cose non hanno nazionalità.

Certo anche a me rode vedere in tv immagini di immigrati che fuggono dal loro paese a causa della guerra, o per sfuggire alla dittatura o alla povertà, o in cerca di un futuro migliore, ….vederli poi con l’iPhone in mano e la sigaretta in bocca ….e ti chiedi: Azz, semo sicuri che questi nel loro paese non vivono bene???….no, perché io se vivesse in miseria l’ultima cosa che comprerei è lo smartphone o le sigarette. Anche a me rode vedere persone che vanno via, il che è diverso da fuggire, per migliorare la loro vita e poi te li ritrovi alle 7 del mattino già ubriachi fradici sulla spiaggia ….fa rabbia tutto ciò….e come fa incazzare.

Mi fa anche rabbia vedere tutti quei bambini e quelle persone morte in mare mentre cercavano di trovare un posto migliore…..mi fa anche rabbia vedere tutte quelle persone che fuggono dalla guerra in Siria o in qualsiasi altro Paese e si ritrovano poi alzarsi dei muri che impedisce loro di oltrepassare il confine….anche questo fa rabbia…e come fa rabbia.

Mi spiace leggere pensieri razzisti, duri e offensivi e mi spiace perché noi siamo un popolo di emigranti …..certo i tempi erano diversi …. ma tutt’oggi molti italiani sono costretti ad andare all’estero dal momento che l’italia non offre loro un futuro. Mi rattrista vedere come noi…..popolo che ha sempre accolto bene tutti, popolo sempre pronto ad aiutare chi ne ha bisogno,…ci siamo trasformati e come ci stanno trasformando. Ci lamentiamo di tutta questa invasione, ci lamentiamo ogni qualvolta veniamo a sapere che un immigrato ha commesso un reato,uno stupro, una violenza e ormai sembra che ogni qualvolta accade una cosa in Italia la colpa sia dei migranti e qui complice sono anche i giornali e giornalisti con la loro mala informazione.

Si, proprio così……la gente è già esasperata per conto loro poi vedi giornali fare dei titoloni assurdi con l’unico scopo di far presa sulla gente e aumentare ancor di più la loro rabbia .

Oltre a questo credo che la colpa di tutto ciò sia da attribuire unicamente alle politiche messe in atto dal governo …può sembrare assurdo ma credo che a fomentare questo odio,questa intolleranza, a farci diventare così razzisti sono proprio le politiche governative che sembrano dimenticarsi del suo popolo e favorire gli immigranti .

Pertanto se proprio vogliamo prendercela con qualcuno…..non prendiamocela con sta povera gente che viene nel nostro Paese, vuoi per restarci,vuoi solo di passaggio per andare oltre…. prendiamocela con i nostri politici….prendiamocela con chi detiene il potere ….. prendiamocela con loro che non solo non ci rispettano ma non ci fanno neanche rispettare da chi ospitiamo e vuole imporre le sue leggi e costumi e il nostro governo glielo permette anche.

Non facciamo il loro gioco, non facciamoci manipolare da chi ci vuole diverso da quelli che siamo, non permettiamo loro di farci diventare razzisti….. ribelliamoci ai poteri forti, ribelliamoci contro chi non ci tutela e non ci considera….. perché al di là della politiche c’è gente che con gli immigranti ci mangia, ci campa e si fa pure i soldi…..e questo è ciò che mi fa più schifo e mi indigna!!!!!

Pubblicato in MIEI PENSIERI, PENSIERI, RIFLESSIONI | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , ,

” Ti voglio bene “

L’arte del voler bene è cosa assai complessa, i fattori che devono entrare in gioco sono molteplici, vari e di difficile applicazione, presuppone totalità presenza e quell’implicazione emozionale che talvolta, fallace e manchevole gioca un ruolo determinante nella riuscita della messa in opera.

Voler bene è o non è, se ci pensi un attimo diventa un ti voglio bene con un se, un quando e un come e tutto si riduce, tutto diventa effimero.

Voler bene è senza se e senza ma, è come uno stato di avanzamento nei lavori per costruire una casa, c’è il prima, il durante, il dopo e anche quando i lavori sono ultimati, proprio quando ti consegnano la casa ecco che ricomincia ed incomincia la costruzione e ricostruzione del “voler bene”, ogni oggetto che aggiungiamo a quella casa arricchisce, modifica, adatta e rende vivibile quel meraviglioso immobile che è l’anima perché sia sempre pronto a donare più che a ricevere, a rendere tangibile, visibile, permeabile quella percezione di essere parte di qualcuno e di avere qualcuno nella propria vita.

Voler bene è esserci senza compromessi, giocando d’anticipo e partecipando senza indossare l’abito del momento, un’anima che si confronta è nuda, il solo indumento che può indossare è la semplicità ed unicità delle trame della sua essenza.

“Voler bene è un atto d’amore, una scelta di condividere un percorso che dura una vita” .

Pubblicato in PENSIERI, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , ,

” GRAZIE CAPITANO…..GRAZIE TOTTI “

Nun c’è vojo Pensa!!!!……è stato il mio mantra in questi ultimi anni quando pensavo al tuo addio al calcio… eppure questo giorno, che avrei voluto non arrivasse mai, è arrivato.

Non voglio far polemica perché sarebbero fuori luogo in questo giorno speciale per te e per tutti noi tifosi della AS ROMA ma na cosa la vojo dì.

Molti dicono che tu avresti potuto vincere molto ma molto di più se solo non avessi rifiutato le proposte che ti sono state fatte ….. invece io dico che tu, Capitano mio, hai vinto il premio più bello, un premio che non tutti riescono e possono vincere ….un premio che, anche non si può vedere e ammirare nelle bacheche, fa di te un uomo prima e un calciatore dopo speciale e raro ….perché in un mondo dove ormai le persone fanno scelte in base ai soldi, in base al cazzo e alla fessa ( e chiedo scusa per il linguaggio poco elegante ma sono dell’idea che certi pensieri vadano espressi con i giusti termini altrimenti perdono di significato) ….tu, TOTTI, hai avuto le palle di fare una scelta dettata dal cuore e dall’amore per una maglia, per dei colori e non l’hai mai tradita….e questo vale per me più di un qualsiasi trofeo che avresti potuto vincere andando altrove.

Grazie Capitano, per tutti questi 25 anni di amore dedicati alla AS ROMA. 

Grazie Capitano, per tutti i momenti di goduria che mi hai fatto vivere ogni qual volta toccavi palla. 

Grazie Capitano, per la tua umiltà  e per averci insegnato che nella vita si può anche rinunciare a qualcosa che potrebbe portare a noi benefici perché prima di tutto viene l’amore, la fedeltà in ciò che amiamo come fosse la nostra famiglia. 

GRAZIE FRANCESCO TOTTI….GRAZIE DI VERO CUORE…..MI MANCHERAI TUTTA LA VITA, calcisticamente parlando.

Pubblicato in MY EMOZIONI | Contrassegnato , , , , , , , , , , , ,

“ Stare soli non è una sconfitta “

In molti pensano che stare soli sia una sconfitta.

La verità è che stare soli non è essere soli o sentirsi soli.

Stare soli è vivere a pieno se stessi, la vita, la quotidianità.

Stare soli è aver imparato che per ogni problema hai solo un’arma da sfoderare: te stesso.

Stare soli è aver capito che il rapporto più bello lo hai con te stesso.

Essere soli invece è stare vicino a qualcuno che solo ti fa sentire.

Sentirsi soli è aver bisogno per forza di qualcuno per sentirsi bene, sereni e appagati.

Chi sta solo continua ad amare, continua ad assaporare sentimenti, gioie, dolcezze esattamente come chi ha qualcuno vicino.

Ma nella vita non esiste solo l’amore, non esiste solo l’amore per un uomo o per una donna, esiste anche quello per le proprie passioni, per il proprio tempo, per i propri spazi, per gli amici, per le persone che verranno e soprattutto quello PER SE STESSI.
Una persona in pace con se stessa sa goderseli TUTTI.

Una persona “Single” NON è UNA PERSONA A META’, NE TRAUMATIZZATA, NE CHE HA SMESSO DI AMARE, NE INCAPACE DI DARE… E’ SOLO UNA PERSONA CHE HA IMPARATO A SCEGLIERE A CHI DARSI.
Ed io la mia “SOLITUDINE” se così proprio la si voglia chiamare… LA AMO e a nessuno darei più l’indipendenza raggiunta….forse condividerei del tempo ma il resto me lo tengo stretto e caro.

 

P.S: tratto dal web ma rimodellato da me.

 

Pubblicato in MY LIFE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , ,